Archivio per gennaio 2011

Il Natale e la vita della Parrocchia

gennaio 4, 2011

«Cari fratelli e sorelle, ecco il profondo significato del Natale del Signore: Gesù appare al mondo come un piccolo bambino; attraverso la povertà, la semplicità e l’umiltà della sua nascita, egli vuole condurre tutti noi a comprendere il suo arcano disegno salvifico. …
Gesù ha predicato le vie del regno divino; dopo aver dato se stesso per redimere l’umanità, Egli, risorto, fonda la Chiesa affidandole l’eterna verità da trasmettere, e la grazia rinnovatrice da diffondere gratuitamente. Da allora, il popolo di Dio, … si estende sulla terra in molteplici comunità particolari, diocesi e parrocchie proprio per proclamare e testimoniare questo messaggio di salvezza di cui è depositario. Esso è ben consapevole di dover proseguire tra gli uomini l’opera redentrice del Salvatore, annunciando il suo Vangelo a ogni creatura. È nella parrocchia che si viene generati alla nuova esistenza cristiana mediante la grazia battesimale; che si partecipa all’esistenza divina attraverso i sacramenti; che si cresce nella fede grazie all’impegno di una catechesi permanente, che si coltivano le vocazioni all’ordine sacro, al matrimonio e alla vita consacrata. È nella parrocchia che fiorisce la carità verso tutti. Anzi la comunità parrocchiale è chiamata ad essere una privilegiata “scuola di carità”, dove si impara ad accogliere e amare ogni persona senza alcuna discriminazione, né distinzione né preferenze, offrendo ai più bisognosi il dono delle opere di misericordia. Ecco, questo è in sintesi il ruolo della parrocchia nella comunità cristiana».

(Giovanni Paolo II, , Omelia per la terza domenica d’Avvento, 13.12.1992)

Annunci