Tra i ricordi di Karol

Da arcivescovo di Cracovia, Karol Wojtyla fu chiamato a predicare gli esercizi spirituali a Paolo IV e ai suoi collaboratori. Nelle meditazioni affiora qua e là anche qualche ricordo personale….

«Nel pensiero contemporaneo, esiste una forte tensione tra la negazione e l’affermazione di Dio. … Dobbiamo fare un passo avanti e chiederci: la verità di Dio come si iscrive nell’animo dell’uomo comune, non-filosofo? … Non dimenticherò mai l’impressione che mi ha suscitato un soldato russo nel 1945. La guerra era appena finita. Alla porta del seminario di Cracovia bussò un militare. Alla mia domanda: “Che cosa vuoi?”, egli rispose che desiderava entrare in seminario. La nostra conversazione si protrasse a lungo. Anche se non entrò in seminario (aveva del resto idee assai confuse riguardo alla realtà del seminario stesso), io personalmente appresi dal nostro incontro una grande verità: come Dio riesca meravigliosamente a penetrare nella mente umana, anche nelle condizioni estremamente sfavorevoli della sua negazione sistematica. A scuola, e poi nel lavoro, aveva sempre sentito affermare: Dio non c’è! E malgrado tutto ciò ripeteva: “Ma io sapevo sempre che Dio esiste… e adesso vorrei imparare qualcosa di Lui…”»

(Karol Wojtyla, Segno di contraddizione, pp. 23-24)

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: