Archivio per gennaio 5, 2008

Ci chiama a vivere

gennaio 5, 2008

lavoro1.jpg

Cristo … ci chiama a vivere. Cristo, prima dei tre grandi anni, passò trent’anni a fare una sola cosa, vivere: la normale vita di paese, cori i parenti, gli amici, le cose di ogni giorno, il lavoro la sinagoga, il sabato e le spighe di grano, le nuvole e il sole che rosseggia a ponente. Quando diventò grande, quando cominciò a fare il Messia, non cambiò sistema, non trasformò la qualità degli amici. Non andò a reperirli al tempio o tra le classi dirigenti. Se li aggregò dalle barche e dalla strada. Non innalzò il tempio, né ci rinchiuse dentro la gente. Visse e aiutò a vivere: raddrizzò la mano inaridita, guarì i lebbrosi, perdonò l’adultera, consolo la vedova per il figlio morto, annunciò il valore della vita e la speranza del futuro; trasformava l’acqua della banalità dei giorni in un vino pieno di gusto. Non inventò una nuova religione, nuovi riti, nuovi comandamenti, nuove regole. Diceva: “Siete miei amici. Amatevi come io vi amo, come il Padre vi ama”. I più deboli, i meno coerenti, i più lontani furono conquistati. Scoprirono che essere piccoli non è un ostacolo all’in¬contro cori lui, e neanche l’essere ammalati, o carcerati o nudi o affamati: basta la vita vissuta in lode di Dio e in amore al prossimo. Come il seminatore, o la donna che partorisce, o il ragazzo che gioca in piazza, o i pescatori che pescano di notte sul lago.
Per la prima volta apparve al mondo uno per il quale la religione era la stessa vita. Fino alla morte. Fino a tre giorni dopo la morte….

(Angelo Busetto, L’isola che c’è, p. 121)

Annunci

Claudio Chieffo – Canzone degli occhi e del cuore

gennaio 5, 2008

chieffo1.jpg
VIDEO

Si tratta di un frammento del concerto tenuto da Claudio Chieffo a Sottomarina il 4 marzo 2006, in memoria di don Giussani.